Login

SOCIAL NETWORK SALUTE TORINO      Login  Accedi - Registrati - Vai al tuo Profilo

Molecola Testosterone

 

Man mano che gli uomini invecchiano, il loro livello di testosterone inizia a diminuire naturalmente. Per evitare alcuni degli effetti negativi per la salute, che sopraggiungono con la diminuzione di questo ormone sessuale, alcuni uomini scelgono di assumerlo artificialmente. Una nuova ricerca ha indagato circa gli effetti collaterali della terapia sostitutiva a base di testosterone.

In quattro studi clinici si è esaminato l'effetto della terapia a base di testosterone in uomini di età uguale o superiore a 65 anni. JAMA e JAMA Internal Medicine hanno recentemente pubblicato un gruppo di cinque documenti che mostrano gli effetti del trattamento con testosterone su vari aspetti della salute. Quattro di questi studi hanno documentato gli effetti del trattamento con testosterone sulla densità ossea, sull'anemia, sulla funzione cognitiva e sull'accumulo di placca coronarica. Il quinto studio è osservazionale ed analizza i legami fra il trattamento con testosterone e la salute cardiovascolare globale.

I ricercatori della Scuola di Medicina di Perelman, dell'Università della Pennsylvania, insieme ad altri 12 centri medici degli Stati Uniti, hanno condotto sette studi clinici in collaborazione con il National Institute of Aging. Le prove di somministrazione di testosterone o test TTRials sono stati effettuati su uomini di età uguale o superiore a 65 anni, che avevano mostrato una diminuzione dei livelli di ormoni sessuali. I risultati dei primi tre dei sette studi hanno mostrato un miglioramento in tutti gli aspetti della funzione sessuale e dell'umore in generale, e sono poi stati pubblicati. Gli studi pubblicati di recente da JAMA hanno concluso la ricerca.

I TTrials hanno preso in considerazione un totale di 51.085 uomini, di cui 790 selezionati per la sperimentazione, i cui livelli di testosterone legati all'età erano abbastanza bassi per questi studi. I partecipanti sono stati suddivisi a caso in due gruppi: un gruppo ha preso una dose giornaliera di testosterone in forma di gel per un anno, mentre l'altro gruppo ha preso un placebo per lo stesso periodo di tempo. Il dosaggio di testosterone è stato regolato per mantenere il livello normale che si trova nei giovani. I ricercatori hanno quindi testato l'efficacia del trattamento ogni 3 mesi. Le prove sono state a doppio cieco, cioè né gli sperimentatori né i partecipanti sapevano quale gruppo aveva assunto il placebo e quale gruppo aveva assunto il testosterone.

Per quanto riguarda lo studio della densità ossea e della forza, i ricercatori hanno utilizzato la tomografia computerizzata quantitativa, per valutare la densità minerale ossea della colonna vertebrale e dell'anca. Per testare il livello cognitivo, i ricercatori hanno somministrato dei test della memoria a richiamo ritardato. Essi hanno inoltre valutato la memoria visiva, la funzione esecutiva e la capacità spaziale dei partecipanti. Per determinare il volume delle placche delle arterie coronarie, i ricercatori hanno utilizzato l'angiografia coronarica tomografica computerizzata. Per quanto riguarda lo studio osservazionale della salute cardiovascolare, sono stati utilizzati dei modelli di rischio proporzionale di Cox, per studiare le associazioni fra il trattamento con testosterone e vari risultati riguardanti la salute cardiovascolare. Fra questi, sono stati presi in considerazione l'infarto miocardico acuto, l'angina, l'ictus, l'attacco ischemico transitorio, così come la morte cardiaca improvvisa.

Le prove hanno mostrato che il trattamento con testosterone migliora la densità minerale ossea e la resistenza ossea stimata, anche se sono necessari ulteriori studi per valutare se il trattamento riduce anche il rischio di fratture. Il trattamento ha anche migliorato i livelli di emoglobina nei partecipanti affetti da anemia, indipendentemente se le cause di questa patologia erano conosciute o meno. Lo studio ha segnalato un aumento di quasi il 40% dei livelli di emoglobina nei partecipanti che avevano preso il testosterone, rispetto al gruppo che aveva preso il placebo. Il testosterone ha corretto sia l'anemia inspiegabile sia l'anemia indotta da una carenza di ferro. Tuttavia, il testosterone non sembra portare benefici alla memoria o a qualsiasi altro aspetto delle funzioni cognitive. Infine, l'osservazione della salute cardiovascolare ha rilevato un maggiore accumulo di placca coronarica negli uomini trattati con testosterone, rispetto a quelli trattati con il placebo. Le persone trattate con testosterone hanno mostrato un aumento del volume della placca non calcifica rispetto al gruppo di controllo.

Tuttavia, i ricercatori hanno fatto notare che sono necessari studi più vasti per comprendere appieno il significato clinico di queste ricerche. Inoltre, lo studio osservazionale cardiovascolare ha mostrato che il rischio di eventi cardiovascolari negativi è stato minore nel gruppo trattato con il testosterone, rispetto al gruppo di controllo, nel corso di un periodo che è durato in media 3,4 anni. Il Dott. Peter J. Snyder, professore di Medicina presso la Divisione di Endocrinologia, Diabete e Metabolismo dell'Università della Pennsylvania, ha avvertito che i risultati suggeriscono che il trattamento può rappresentare un rischio cardiovascolare. Tuttavia, egli ha anche osservato che "il trattamento di 788 uomini per un anno è di gran lunga troppo poco per trarre conclusioni circa il significato clinico dell'aumento del volume delle placche delle arterie coronarie ed il rischio cardiovascolare del trattamento con testosterone." Il numero totale di esiti negativi importanti sulla salute cardiovascolare degli uomini trattati con testosterone è risultato paragonabile a quello osservato nel gruppo di controllo.

Il Dott. Peter J. Snyder ha affermato: "Il documento che riporta i risultati dei primi tre studi pubblicati l'anno scorso è stato il primo a mostrare che ci sono stati dei vantaggi nel trattamento con testosterone in uomini anziani con bassi livelli di testosterone, ed i risultati riguardanti le ossa e l'anemia sono un ulteriore vantaggio. Tuttavia, l'aumento dell'accumulo di placche nelle arterie coronarie mostra che questo trattamento può anche avere qualche rischio. Le decisioni finali sul trattamento con testosterone in uomini anziani dipenderanno dal bilanciamento dei risultati ottenuti in questi sette TTrials con i risultati di uno studio molto più grande e più a lungo termine, volto a valutare in futuro il rischio cardiovascolare e della prostata."

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn




Questo sito web utilizza i cookie per il suo funzionamento

Acconsento all'utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Approvo