Proteina Enzimatica

 

Un nuovo studio effettuato presso l'Harvard T.H. Chan School of Public Health e Howard Hughes Medical Institute è riuscito a spiegare come un enzima chiave per la produzione dei lipidi aiuta a proteggere le cellule da una forma tossica di grasso. Questa nuova ricerca contribuisce all'ottenimento di una migliore comprensione della biologia fondamentale che è alla base di comuni malattie metaboliche legate all'obesità, come il diabete di tipo 2, la malattia epatica e l'insufficienza cardiaca; di conseguenza potrebbe portare a nuove intuizioni su come curare meglio tali malattie. Lo studio è stato pubblicato online il 1 agosto 2017 su Cell Metabolism.

Il Dott. Robert Farese Jr., professore di genetica e malattie complesse presso l'Harvard Chan School, ha affermato: "Siamo entusiasti di questi risultati, che risolvono un mistero e mostrano come la sintesi del grasso protegge le cellule da disfunzioni e malattie." L'autore principale dello studio è stato il Dott. Chandramohan Chitraju.

I ricercatori hanno esaminato ciò che accade ai trigliceridi (un tipo di grasso) nelle cellule durante la lipolisi, il processo attraverso il quale i trigliceridi sono suddivisi in acidi grassi e trasportati ad altri tessuti del corpo per l'utilizzo dell'energia contenuta in essi. Da decenni, gli scienziati si sono chiesti perché alcuni trigliceridi, dopo essere stati suddivisi in acidi grassi, rientrano nelle cellule sotto forma di trigliceridi, un processo noto come "re-esterificazione".

Esaminando i processi cellulari sia nei topi sia nelle cellule umane, i ricercatori hanno scoperto il motivo: la re-esterificazione aiuta a proteggere un organulo chiave delle cellule chiamato reticolo endoplasmatico. Il reticolo endoplasmatico aiuta la produzione di prodotti cellulari come le proteine e i lipidi, e può essere danneggiato dagli acidi grassi ma non dai trigliceridi. I ricercatori hanno anche scoperto che un enzima chiamato diacilglicerolo transferasi o DGAT1, che è fondamentale per il processo di re- esterificazione, agendo come una sorta di agente di polizia della cellula per assicurare che gli acidi grassi tossici rimangano lontani dal reticolo endoplasmatico.

Il Dott. Tobias Walther, professore di genetica e malattie complesse  presso l'Harvard Chan e co-autore senior dello studio, ha affermato: "Per capire meglio cosa succede quando le cellule sono travolte dai grassi in caso di obesità, dobbiamo prima capire come il sistema normalmente si occupa delle fluttuazioni dei lipidi. I nostri risultati potrebbero portare a nuove idee su come prevenire le conseguenze dell'obesità sulla salute."

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn




Questo sito web utilizza i cookie per il suo funzionamento

Acconsento all'utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Approvo