Questo sito web Salute Torino non è il sito ufficiale dell'ASL. Riguarda la sanità torinese un po' "a tutto tondo", la medicina e la scienza in generale. Buona lettura!

Login

SOCIAL NETWORK SALUTE TORINO      Login  Accedi - Registrati - Vai al tuo Profilo

Tenersi aggiornati, in ogni tipo di lavoro, è ovviamente importante. Tuttavia, questo aspetto dei "mestieri" è maggiormente utile quanto necessario per quanto riguarda la professione medica. Dal momento che la medicina è ben lungi dall'essere in grado di curare perfettamente tutte le malattie, anche se in questi ultimi secoli sono stati fatti enormi progressi, la "formazione continua" è essenziale. Come si suol dire, non si smette mai d'imparare e... studiare. Considerata questa caratteristica peculiare, tipica delle professioni sanitarie in generale e non solo dei medici, vale la pena notare che si è recentemente concluso un simposio della durata di un giorno (16 giugno 2017), svoltosi presso l'Ospedale San Giovanni Bosco dell'ASL Città di Torino, avente per titolo "Il tumore del pancreas - Focus on lesioni cistiche - II Edizione". Questo evento, che ha portato in dote ai partecipanti 6 crediti formativi ECM, è stato organizzato dall'ACOI Piemonte (Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani), ed ha avuto come relatori il Dott. Lorenzo Maganuco, la Dott.ssa Franca Loddo e il Dott. Renzo Leli. Un'attenzione particolare è stata rivolta alle metodologie diagnostiche delle malattie neoplastiche del pancreas, dal punto di vista radiologico, endoscopico ed istologico, nonché a varie precisazioni riguardanti i medici specialisti e gli operatori sanitari che si occupano di questo grave tipo di patologia, ossia l'oncologo, il chirurgo, il radiologo e l'endoscopista. Questo congresso della durata di un giorno è stato realizzato anche grazie al contributo non condizionante di Applied Medical, Johnson & Johnson, Medtronic, Pirinoli Enrico & C. e Takeda Pharmaceutical Co.

Pancreas E Apparato Digerente

 

Il cancro al pancreas è una malattia in cui si formano delle cellule maligne o cancerose nei tessuti di questa ghiandola, che è sia esocrina sia endocrina. Il pancreas è situato dietro lo stomaco e davanti alla colonna vertebrale; produce succhi digestivi e ormoni che regolano i livelli di zuccheri nel sangue. Le cellule chiamate cellule del pancreas esocrino producono i succhi digestivi, mentre le cellule chiamate cellule del pancreas endocrino producono gli ormoni. La maggior parte dei tumori del pancreas inizia nelle cellule esocrine.

I sintomi del cancro al pancreas includono: l'ittero (ingiallimento della pelle e della parte bianca degli occhi), dolore all'addome superiore, medio e posteriore, perdita di peso non spiegabile, perdita di appetito, fatica, depressione.

I fattori di rischio che possono indurre lo sviluppo del tumore del pancreas includono: fumo, pancreatite cronica (infiammazione del pancreas), condizioni ereditate (inclusa la pancreatite ereditaria), sindromi familiari di cancro al pancreas, diabete di lunga durata.

Dopo aver rilevato la storia della salute di una persona o anamnesi, e dopo aver prescritto degli esami clinici e di laboratorio, il medico può ordinare diversi test per determinare la causa del problema o dell'estensione della condizione, fra cui: TAC (tomografia assiale computerizzata), RMN (risonanza magnetica nucleare), EUS (analisi endoscopica ad ultrasuoni), laparoscopia (procedura chirurgica per esaminare gli organi), colangiopancreatografia retrograda endoscopica o ERCP, colangiografia transcepatica percutanea o PTC (procedura utilizzata mediante raggi X per analizzare il fegato e i canali biliari, biopsia (rimozione di tessuto per vederlo al microscopio.

Ci sono diversi trattamenti per il cancro al pancreas, fra cui la chirurgia, la chemioterapia e la radioterapia. La chemioterapia utilizza farmaci per il trattamento del cancro, mentre la radioterapia utilizza raggi X o altri tipi di radiazioni per uccidere le cellule tumorali. La chirurgia può essere usata per rimuovere un tumore o per curare i sintomi del cancro al pancreas.

L'American Cancer Society riferisce che solo il 23% dei pazienti con cancro al pancreas esocrino è ancora in vita ad un anno dalla diagnosi. Solo il 4% continua a vivere per altri cinque anni dopo la diagnosi. Il cancro è una classe di malattie caratterizzate da una crescita cellulare fuori controllo e il tumore del pancreas si verifica quando questa crescita delle cellule incontrollata inizia nel pancreas. Piuttosto che svilupparsi in un sano e normale tessuto del pancreas, queste cellule anomale continuano a dividersi, formando grumi o masse di tessuti chiamati tumori. I tumori interferiscono quindi con le principali funzioni del pancreas. Se un tumore rimane in un punto e dimostra una crescita limitata, è generalmente considerato benigno.

I tumori più pericolosi o maligni si formano quando le cellule tumorali migrano verso altre parti del corpo attraverso il sistema sanguigno o linfatico. Quando un tumore si diffonde con successo ad altre parti del corpo e cresce, invade e distrugge altri tessuti sani; in questo caso si dice che ha metastatizzato. Questo processo stesso è chiamato metastasi, e il risultato è una condizione più grave che è molto difficile da curare.

Il pancreas è un organo lungo circa 15 centimetri, situato dietro lo stomaco nella parte posteriore dell'addome. È spugnoso e sagomato come un pesce, esteso orizzontalmente rispetto all'addome. La testa del pancreas è sul lato destro dell'addome dove lo stomaco è attaccato alla prima parte del piccolo intestino (il duodeno). La coda del pancreas, ossia la sua parte più stretta, si estende al lato sinistro dell'addome accanto alla milza.
Il pancreas contiene ghiandole esocrine e endocrine che secernono succhi pancreatici, ormoni e insulina. I succhi pancreatici o enzimi, prodotti dalle ghiandole esocrini, vengono rilasciati nell'intestino attraverso una serie di condotti per aiutare a digerire i grassi, le proteine e i carboidrati. Oltre il 95% del pancreas è costituito da ghiandole e canali esocrini. Le cellule endocrine sono disposte in piccoli nuclei chiamati isole del Langerhans, che rilasciano l'insulina e il glucagone nel flusso sanguigno. Questi due ormoni gestiscono i livelli di zuccheri nel sangue. Quando non funzionano correttamente, il risultato è spesso il diabete.

Il cancro al pancreas è classificato a seconda se influisce sulle funzioni esocrine o endocrine del pancreas. C'è una importante distinzione fra i due tipi generali di cancro al pancreas, in quanto hanno diversi fattori di rischio, cause, sintomi, test diagnostici, trattamenti e prognosi.

I tumori che colpiscono le funzioni esocrine sono il tipo più comune di cancro al pancreas. A volte questi tumori o cisti sono benigni, e vengono chiamati cisteadenomie. Tuttavia, è più probabile che si trovino tumori maligni chiamati adenocarcinomi, che rappresentano il 95% dei tumori pancreatici esocrini. Gli adenocarcinomi iniziano tipicamente nelle cellule delle ghiandole nei canali del pancreas, ma possono anche derivare da cellule enzimatiche pancreatiche (carcinoma delle cellule aciniche).

Altri tipi di tumori del pancreas che sono associati a funzioni esocrine includono i carcinomi adenosquamosi, i carcinomi a cellule squamose e i carcinomi giganti, chiamati così per la loro apparenza sotto un microscopio. C'è anche una malattia chiamata cancro ampullare (carcinoma dell'ampolla di Vater) che inizia dove il condotto biliare e il canale pancreatico incontrano il duodeno del piccolo intestino.

I tumori che influenzano le funzioni endocrine del pancreas sono chiamati tumori cellulari neuroendocrini o isolotti, ma questi sono abbastanza rari. Questi tumori sono chiamati così per il tipo di cellule che producono gli ormoni inizialmente interessati. Ad esempio: insulinomasi (insulina), glucagonomi (glucagone), gastrinomi (gastrina), somatostatinomi (somatostatina) e VIPomas (peptide intestinale vasoattivo o VIP). I tumori delle cellule delle isole del Langerhans possono impedire o meno la produzione di ormoni. La maggior parte di questi tumori sono benigni, ma i tumori che non permettono la produzione di ormoni hanno maggiori probabilità di essere maligni, e sono i carcinomi delle cellule delle isole del Langerhans.

Il cancro, in sostanza, è il risultato di cellule che crescono incontrollamente e non muoiono. Esse vogliono "vivere in eterno" o non sono in grado di effettuare l'apoptosi o morte cellulare, ma facendo questo uccidono invece il loro stesso corpo e anche, alla fine, se stesse. Le cellule normali del corpo seguono un percorso ordinato di crescita, divisione e morte. La morte programmata della cellula è chiamata apoptosi, e quando questo processo si interrompe, il risultato è il cancro. Le cellule tumorali del pancreas non sperimentano la morte programmata, ma continuano a crescere e a dividersi. Anche se gli scienziati non sanno esattamente che cosa provochi tale comportamento delle cellule, hanno individuato diversi potenziali fattori di rischio.

Le cellule possono sperimentare una crescita incontrollata se vi sono danni o mutazioni nel DNA e quindi danni ai geni coinvolti nella divisione cellulare. Quattro tipi chiave di geni sono responsabili del processo di divisione cellulare: i geni oncogeni indicano alle cellule quando dividersi, i geni del tumore soppressore indicano alle cellule quando non dividersi, i geni suicidi controllano l'apoptosi e dicono le cellule di uccidersi se qualcosa va storto e i geni di riparazione del DNA ordinano alle cellule di riparare il DNA danneggiato.

Il cancro si verifica quando le mutazioni genetiche di una cellula la rendono incapace di correggere i danni al DNA e non le permettono di suicidarsi. Allo stesso modo, il cancro è il risultato di mutazioni che inibiscono le funzioni dei geni soppressori oncogeni e tumorali, portando ad una crescita cellulare incontrollabile. Se si hanno mutazioni nel DNA di geni oncogeni o di geni del soppressore del tumore che portano al cancro al pancreas, è probabile che la mutazione sia il risultato di fattori che hanno colpito il DNA dopo la nascita, piuttosto che un risultato ereditario da parte dei genitori.
Il cancro può essere inoltre il risultato di una predisposizione genetica ereditata dai membri della famiglia. È possibile nascere con alcune mutazioni genetiche o un guasto in un gene che rende una persona statisticamente più probabile a sviluppare il cancro più tardi nella vita. Circa il 10% dei tumori del pancreas sono comunque causati da mutazioni genetiche ereditarie. Le sindromi genetiche associate al tumore del pancreas includono la sindrome del melanoma, il melanoma, la pancreatite e la non-poliposi cancerogena o sindrome di Lynch, problemi ereditari per quanto riguarda il seno e cancro ovarico.

Gli agenti cancerogeni sono una classe di sostanze che sono direttamente responsabili del danneggiamento del DNA, promuovendo o aiutando il cancro. Alcuni pesticidi, coloranti e prodotti chimici usati nella raffinazione del metallo sono considerati cancerogeni, aumentando il rischio di sviluppare il cancro al pancreas. Quando i nostri corpi sono esposti agli agenti cancerogeni, si formano radicali liberi che cercano di rubare elettroni da altre molecole del corpo. Si sostiene spesso che i radicali liberi danneggiano le cellule, influenzando la loro capacità di funzionare normalmente, e che il risultato può essere una crescita cancerosa.

Quando invecchiamo, c'è un aumento del numero di possibili mutazioni che causano il cancro nel nostro DNA. Questo rende l'età un importante fattore di rischio per il cancro al pancreas, soprattutto per coloro che hanno più di 60 anni. Ci sono diverse altre malattie che sono state associate ad un aumento del rischio di cancro del pancreas, fra le quali ci sono le cirrosi o cicatrici del fegato, l'infezione da helicobacter pylori (infezione dello stomaco dovuta a batteri che causano l'ulcera da H. pylori), il diabete mellito, la pancreatite cronica (infiammazione del pancreas) e le gengiviti o malattie periodontali.

La dieta e l'obesità sono state anche associate ai tumori del pancreas. Le persone che non fanno esercizio fisico e che sono obese hanno maggiori probabilità di sviluppare il cancro al pancreas. Inoltre, coloro che si alimentano con diete povere di verdure e frutta, e che mangiano carne rossa e grassi hanno una probabilità maggiore di sviluppare questa malattia. Il consumo di alcol è anche considerato un fattore di rischio per il cancro al pancreas. A lungo termine, il consumo pesante di alcol porta alla pancreatite cronica, che è un fattore di rischio noto per il cancro al pancreas.

Il trattamento del cancro dipende dal tipo di cancro, dalla fase del cancro (quanto si è diffuso), dall'età, dal livello di salute e da ulteriori caratteristiche personali. Non esiste un unico trattamento per il cancro, e il cancro al pancreas è di solito solo curabile quando si trova nelle sue prime fasi. Chirurgia, radiazioni e chemioterapia sono i tipi di trattamento più comuni. I trattamenti cercano di rimuovere il cancro e / o alleviare i sintomi dolorosi che il cancro sta causando.

Non ci sono linee guida o raccomandazioni per prevenire il cancro al pancreas, secondo la American Cancer Society. Tuttavia, è consigliabile smettere di fumare perché l'uso della sigaretta è considerato un fattore principale nel 20-30% dei tumori del pancreas. In generale, i medici raccomandano misure preventive standard come mantenere un peso sano, fare esercizio fisico e aumentare il consumo di frutta, verdura e pane integrale, diminuendo l'assunzione di carni rosse. Non vi è alcuna prova, tuttavia, che seguendo queste linee guida alimentari si possa certamente prevenire o ridurre il cancro al pancreas.

Alcuni studi suggeriscono che alcune vitamine possono ridurre il rischio di cancro al pancreas. La vitamina D è stata associata alla riduzione del rischio per diversi tipi di cancro, incluso il cancro al pancreas. Le vitamine B come la B12, la B6 e il folato, che vengono consumate in alimenti (non in pillola o in forma di compresse), sono state anch'esse associate ad una riduzione del rischio di cancro al pancreas.

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn




Questo sito web utilizza i cookie per il suo funzionamento

Acconsento all'utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Approvo