Questo sito web Salute Torino non è il sito ufficiale dell'ASL. Riguarda la sanità torinese un po' "a tutto tondo", la medicina e la scienza in generale. Buona lettura!

Login

SOCIAL NETWORK SALUTE TORINO      Login  Accedi - Registrati - Vai al tuo Profilo

Smog

 

L'esposizione all'inquinamento atmosferico, sotto forma di particelle o smog, può aumentare la densità del tessuto mammario che, come risulta da uno studio, è un fattore di rischio per i tumori. L'autore della ricerca è la Dott.ssa Lusine Yaghjyan, un'assistente di epidemiologia presso l'Università della Florida, che ha affermato: "Sembra che le donne che hanno dei seni densi abbiano una probabilità maggiore del 20% di essere state esposte allo smog. D'altra parte, è più probabile che le donne con seni meno densi non siano state esposte ad alti livelli di particelle sottili dell'inquinamento atmosferico, che possono infiltrarsi nei polmoni."

Anche se altre ricerche hanno rivelato questo tipo di collegamento, Yaghjyan ha fatto notare che quest'ultimo studio è il più grande a tale riguardo. Per quanto riguarda il motivo per cui l'inquinamento possa essere legato ad un tessuto mammario più denso, ha spiegato: "Sembra che alcune delle sostanze chimiche presenti nell'inquinamento atmosferico possano avere delle proprietà che interferiscono con la normale funzione endocrina."

Il sistema endocrino è costituito dalle ghiandole che secernono gli ormoni nel corpo. Quindi un'alterazione della funzione endocrina potrebbe alterare l'attività estrogenica ed i fattori di crescita, ha detto, e questo potrebbe innescare una proliferazione delle cellule del seno. Ha aggiunto: "Se accade questo, aumenta la densità del seno."

Le donne con seni molto densi possono avere una probabilità quattro o cinque volte maggiore di sviluppare il cancro al seno, rispetto alle donne con una bassa densità delle mammelle, hanno osservato i ricercatori. Una maggiore densità del seno, inoltre, rende più difficile l'individuazione dei piccoli tumori. Yaghjyan ha affermato: "Questo è un primo passo, ma abbiamo bisogno di ulteriori studi, soprattutto per cercare di capire se c'è un legame causale o solo un'associazione. Questo studio non mostra alcun legame causale. Per dimostrare la causalità, abbiamo bisogno di molto più di un singolo studio."

In questo studio, Yaghjyan e la sua squadra hanno valutato dei dati provenienti da quasi 280.000 donne di età superiore ai 40 anni, che avevano effettuato delle mammografie. I ricercatori hanno classificato i loro seni come densi o grassi, utilizzando delle definizioni standard. Inoltre, hanno valutato il rischio di vivere in aree inquinate.

Sorprendentemente, i ricercatori hanno scoperto che elevati livelli di ozono hanno un effetto opposto sulla densità del seno. Una ricerca precedente suggeriva che l'ozono può causare la morte cellulare, il che potrebbe spiegare perché una maggiore esposizione all'ozono è associata ad una minore densità dei seni, come hanno affermato i ricercatori.

Peggy Reynolds è una ricercatrice presso l'Istituto per la prevenzione del cancro della California. Ha detto che questi risultati "offrono ulteriori prove del ruolo potenziale che hanno gli inquinanti atmosferici in correlazione con il cancro al seno". "Tuttavia, i risultati sollevano anche una serie di domande sul perché e sul come l'inquinamento atmosferico possa aumentare la densità del seno", ha detto Reynolds. "Vivere in aree con una scarsa qualità dell'aria comporta sicuramente dei rischi per via di una serie di conseguenze negative sulla salute. È fondamentale capire meglio le conseguenze e tenere conto dei continui sforzi delle politiche pubbliche per migliorare la qualità dell'aria."

Sia Reynolds sia Yaghjyan hanno convenuto che è troppo presto per fare raccomandazioni alle donne che vivono in zone fortemente inquinate, su come ridurre il potenziale rischio di cancro al seno. Questo studio è stato pubblicato sulla rivista Breast Cancer Research.

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn




Questo sito web utilizza i cookie per il suo funzionamento

Acconsento all'utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Approvo