Questo sito web Salute Torino non è il sito ufficiale dell'ASL. Riguarda la sanità torinese un po' "a tutto tondo", la medicina e la scienza in generale. Buona lettura!

Login

SOCIAL NETWORK SALUTE TORINO      Login  Accedi - Registrati - Vai al tuo Profilo

Nanomateriali

 

In questi anni c'è un crescente interesse per le diverse applicazioni dei nanomateriali nel campo della medicina. Un articolo pubblicato su Nanomedicine: Nanotechnology, Biology, and Medicine ha mostrato i modi in cui la Laponite, un'argilla sintetica costituita da nanomateriali, può essere utile nella pratica clinica.

I progressi attuali nei vari campi della tecnologia hanno fornito molte opportunità per sviluppare nuovi dispositivi in grado di migliorare la pratica della medicina, sia dal punto di vista della cura sia per quanto riguarda la diagnosi delle malattie. La Laponite, in particolare, è un'argilla sintetica non tossica composta da nanomateriali che ha diversi usi nel campo della medicina. La Laponite può essere utilizzata nei sistemi di somministrazione dei farmaci, in quanto l'argilla sintetica protegge le sostanze dalla degradazione negli ambienti fisiologici. Diversi esperimenti dimostrano che la Laponite è efficace non solo per proteggere i farmaci dalla degradazione, ma anche per trasportare e rilasciare i farmaci nel corpo. A sua volta, la degradazione biochimica della Laponite nell'ambiente fisiologico rilascia anche prodotti che hanno ruoli biologici, soprattutto nella formazione dell'osso.

È stato dimostrato che la Laponite induce una differenziazione osteogenica delle cellule in assenza di altri fattori noti, promuovendo la differenziazione e la crescita cellulare. È stata inoltre studiata l'applicazione dei nanomateriali nelle tecniche di imaging, ossia di osservazione dell'interno degli esseri viventi per mezzo di immagini. In un esperimento, la Laponite è stata incorporata con il gadolinio, un elemento di contrasto utilizzato nella risonanza magnetica nucleare o RMN, e questo ha permesso di ottenere immagini più nitide ed un miglioramento del contrasto, prolungato fino ad un'ora dopo l'iniezione. La Laponite si è dimostrata utile anche nel campo della medicina rigenerativa e dell'ingegneria dei tessuti. Questa argilla sintetica può provocare risposte biologiche specifiche, agisce come vettore per fattori biochimici e migliora le proprietà meccaniche dei dispositivi utilizzati per ottenere la crescita dei tessuti.

In sintesi, i nanomateriali e le argille sintetiche come la Laponite hanno molte applicazioni nel campo della medicina. Sebbene la letteratura pubblica attuale non abbia rilevato effetti tossici sul corpo umano, ulteriori studi sono necessari per valutare la sicurezza di queste sostanze, prima di poter essere applicate nella pratica clinica.

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn




Questo sito web utilizza i cookie per il suo funzionamento

Acconsento all'utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Approvo