Questo sito web Salute Torino non è il sito ufficiale dell'ASL. Riguarda la sanità torinese un po' "a tutto tondo", la medicina e la scienza in generale. Buona lettura!

Login

SOCIAL NETWORK SALUTE TORINO      Login  Accedi - Registrati - Vai al tuo Profilo

Arcus Senilis

 

L'arcus senilis, detto anche arco corneale o gerontoxon, appare come un anello o arco bianco, grigio o blu intorno alla cornea dell'occhio. La condizione è di solito vista negli adulti più anziani, ma può influenzare le persone di tutte le età, in alcuni casi alla nascita. L'arcus senilis è generalmente inoffensivo, anche se a volte può essere un segno di colesterolo alto nelle persone di età inferiore ai 45 anni.

L'arcus senilis è anche conosciuto come corneae arcus senilis o arco senile della cornea. Nelle persone al di sotto dei 40 anni può anche essere conosciuto come arcus juvenilis o arco giovanile. Coloro che soffrono di questa condizione dell'occhio noteranno un mezzo cerchio, un cerchio pieno o un arco attorno alla cornea del loro occhio. La cornea è la parte frontale chiara della cupola. L'arco o il cerchio sono generalmente di colore bianco, grigio o blu. Si forma davanti all'iride, che è la parte colorata dell'occhio. Anche se l'aspetto dell'arcus senilis può essere allarmante, di solito non è considerato un pericolo per la salute di un individuo o un segno che la visione si sta deteriorando. Tuttavia, la visita a un medico o presso un oculista assicurerà che non ci siano cause nascoste che potrebbero portare a ulteriori complicazioni sanitarie, se il cambiamento dell'occhio viene lasciato non trattato.

La stragrande maggioranza delle persone affette da arcus senilis sono adulti più anziani, perché la causa principale della condizione è l'invecchiamento. Infatti, quasi il 100% delle persone di età superiore agli 80 anni ne è interessato. Circa il 60% delle persone di età superiore ai 60 anni avrà anch'esso questa condizione. L'arcus senilis si verifica a causa di depositi di grasso, spesso indicati come lipidi, che si formano nella parte esterna della cornea. I grassi del sangue provengono da alimenti grassi nella dieta di una persona e sono anche prodotti dal fegato.

Il colesterolo è un tipo di grasso che appare nel sangue. Tuttavia, il verificarsi di arcus senilis non significa necessariamente che qualcuno abbia un alto livello di colesterolo. I vasi sanguigni degli occhi si allargano con l'età. Quando qualcuno invecchia, i suoi vasi sanguigni permettono di aumentare i livelli di colesterolo e di altri grassi nell'occhio.

Se l'arcus senilis appare nelle persone al di sotto dei 40 anni, i medici effettuano un test per controllare il colesterolo alto. Se una persona ha un alto livello di colesterolo, questo può essere dovuto a fattori di stile di vita oppure ad una condizione ereditaria conosciuta come "distrofia cristallina centrale di Schnyder". Questa condizione provoca la formazione di cristalli di colesterolo nella cornea centrale insieme ad arcus senilis nella cornea periferica.

Anche se l'arcus senilis è una condizione comune, è più probabile che si verifichi negli uomini. È anche possibile che i neonati nascano con arcus senilis, ma questo è estremamente raro. Per la maggior parte delle persone, l'arcus senilis non è motivo di preoccupazione e apparirà infine in quasi tutti coloro che raggiungono la vecchiaia. Una persona con arcus senilis può notare: un cerchio o un arco bianco, grigio o blu intorno alla cornea dell'occhio; tale cerchio o arco avrà un bordo esterno netto ma un bordo interno sfocato; se qualcuno ha un arco, le linee potrebbero crescere per formare un cerchio completo davanti all'iride.

È improbabile che le persone con arcus senilis abbiano altri sintomi. La visione rimarrà inalterata. Per diagnosticare l'arcus senilis, un medico eseguirà un esame degli occhi. Il medico oculista esaminerà la parte anteriore dell'occhio con un microscopio chiamato lampada a fessura. L'esame può anche comportare l'inserimento di speciali gocce nell'occhio della persona per dilatare la pupilla. Queste gocce consentono al medico di ispezionare i vasi sanguigni sul retro dell'occhio per cercare eventuali segni di malattia. Inoltre il medico cercherà dei segni di aterosclerosi, che è una condizione in cui le arterie diventano intasate da sostanze grasse. Se si sospetta che sia l'arcus senilis a causare l'aterosclerosi, le persone vengono di solito indirizzate al proprio medico di assistenza primaria, ad un internista o ad un cardiologo.

Un test del sangue determinerà se qualcuno ha un alto livello di colesterolo. Se è così, possono essere prescritti medicinali o consigliato un programma di dieta appropriato e di esercizio per abbassare il colesterolo nel loro sangue. I medicinali usati per abbassare i livelli di colesterolo includono: farmaci detti "statine", che bloccano una sostanza che il fegato utilizza per produrre il colesterolo. Le prescrizioni possibili includono l'atorvastatina (Lipitor), la fluvastatina (Lescol), la lovastatina (Altoprev), la pravastatina (Pravachol) e la rosuvastatina (Crestor). Resine leganti di acido bile: queste inducono il fegato a utilizzare il colesterolo per produrre sostanze digestive note come acidi biliari. In questo modo diminuisce la quantità di colesterolo nel sangue. Le prescrizioni possibili includono la colestiramina (Prevalite), il colesevelam (Welchol) e il colestipolo (Colestid). Inibitori dell'assorbimento del colesterolo: questi possono ridurre la quantità di colesterolo assorbita dal corpo. Una possibile prescrizione è anche l'ezetimibe (Zetia).

Il colesterolo alto può essere una causa se compare l'arcus senilis in qualcuno che è più giovane di 40 anni. Il legame fra arcus senilis e colesterolo alto negli anziani è oggetto di dibattito fra i medici. Alcuni esperti ritengono che vi sia un legame fra la condizione e il colesterolo alto, che può portare a problemi cardiovascolari. Altri sostengono che sia un segno normale dell'invecchiamento e che non esiste alcun legame fra la condizione ed i livelli più alti di colesterolo. Se l'arcus senilis appare in una persona di età inferiore a 40 anni, è più probabile che sia causa di preoccupazione, in quanto può indicare la presenza di livelli di colesterolo elevati. Il colesterolo alto potrebbe essere dovuto alla dieta, allo stile di vita o alle condizioni genetiche, come l'iperlipidemia familiare o FH. La FH è una condizione ereditaria dove si trovano livelli estremamente elevati di colesterolo o trigliceridi nel sangue di una persona, mettendola ad aumentato rischio di malattie cardiache.

L'arcus senilis da solo non è noto per avere complicazioni a meno che non sia un segno di alto colesterolo. Alti livelli di colesterolo nel sangue di una persona possono causare problemi significativi, come la malattia coronarica o le malattie cardiovascolari. Non esiste alcuna cura definitiva o trattamento per l'arcus senilis. Una volta che appare, non svanirà o scomparirà. Alcune persone optano per una tecnica nota come tatuaggio corneale per coprire l'anello, ma i medici non lo consigliano. Se l'arcus senilis è un segno di colesterolo alto, un medico può raccomandare una dieta povera di grassi saturi e ricca di frutta, verdura e fibra. L'aumento di esercizio fisico e smettere di fumare possono anche aiutare. Tuttavia, non vi è alcuna prova che abbassare l'assunzione di colesterolo farà scomparire l'arcus senilis. Non vi è alcun motivo per cui l'apparizione di arcus senilis dovrebbe influenzare la visione di qualcuno. Anche la condizione da sola non è causa alcun pericolo diretto per la salute. Tuttavia, se qualcuno ha una diagnosi di arcus senilis ed ha meno di 40 anni, può avere un rischio aumentato di malattie cardiache o ictus. Se questo è il caso, si raccomanda di chiedere consiglio dal proprio medico.

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn




Questo sito web utilizza i cookie per il suo funzionamento

Acconsento all'utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Approvo