Login

SOCIAL NETWORK SALUTE TORINO      Login  Accedi - Registrati - Vai al tuo Profilo

Cannella

 

Una dieta ad alto contenuto di grassi è notoriamente considerata uno dei fattori di rischio per quanto riguarda le malattie cardiovascolari, in quanto può portare ad un aumento di peso, al diabete e ad altre condizioni. Una nuova ricerca, tuttavia, suggerisce che può essere possibile compensare alcuni il rischio aggiungendo la cannella alla dieta.

Alcuni ricercatori hanno infatti scoperto che dei ratti alimentati con una dieta ad alto contenuto di grassi, completata dalla cannella, per 12 settimane, hanno preso meno peso e grassi addominali, e si sono riscontrai livelli più sani di grassi, zuccheri ed insulina, rispetto a dei roditori alimentati con una dieta ad alta percentuale di grassi senza cannella.

Il co-autore di questo studio, Vijaya Juturu di OmniActive Health Technologies, e colleghi hanno recentemente presentato le loro conclusioni presso un convegno dell'American Heart Association, tenutosi nel 2017 a Minneapolis. La malattia cardiovascolare è una definizione generica per indicare le condizioni patologiche che colpiscono il cuore ed i vasi sanguigni, ed altri organi come conseguenza, le quali includono l'infarto, l'ictus e le malattie cardiache. Le malattie cardiache rappresentano la principale causa di morte per gli uomini e le donne degli Stati Uniti e della maggioranza dei "Paesi sviluppati", uccidendo circa 610.000 persone ogni anno nei soli USA.

La dieta ha un ruolo importante riguardo alle malattie cardiovascolari. Una dieta non salutare, come quella ricca di grassi, può causare l'obesità, il diabete di tipo 2, un elevato livello di colesterolo ed altre condizioni che aumentano, per l'appunto, il rischio di avere una scarsa salute cardiovascolare. Secondo il Dott. Juturu, questa ricerca ha dimostrato che la cannella, una spezia che proviene dalla corteccia degli alberi del genere Cinnamomum, contiene un polifenolo che ha delle proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti, che possono ridurre alcuni dei fattori di rischio che possono portare a delle malattie cardiovascolari causate da una dieta ricca di grassi. I ratti alimentati con la cannella hanno mostrato di avere delle concentrazioni più sane di glucosio ed insulina nel sangue, nonché dei profili lipidici migliori, rispetto al gruppo di controllo alimentato senza cannella.

I ratti alimentati con cannella, inoltre, hanno mostrato di avere una minore quantità di molecole associate alla conservazione dei grassi ed una maggiore quantità di molecole anti-infiammatorie ed antiossidanti. Gli ossidanti sono dei composti che proteggono il corpo dallo stress ossidativo, che è uno squilibrio di radicali liberi che è stato associato a numerose condizioni patologiche, fra cui l'infarto e le malattie cardiache.

Sulla base di questi risultati, Juturu e colleghi ritengono che la cannella possa diminuire gli effetti dannosi di una dieta ad alto contenuto di grassi. Il team ha concluso affermando: "Questi risultati suggeriscono che l'integrazione con cannella riduce l'iperlipidemia, l'infiammazione e lo stress ossidativo, per mezzo dei fattori di attivazione dei fattori di trascrizione e il percorso di segnalazione per la difesa antiossidativa."

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn




Questo sito web utilizza i cookie per il suo funzionamento

Acconsento all'utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Approvo