Questo sito web Salute Torino non è il sito ufficiale dell'ASL. Riguarda la sanità torinese un po' "a tutto tondo", la medicina e la scienza in generale. Buona lettura!

Login

SOCIAL NETWORK SALUTE TORINO      Login  Accedi - Registrati - Vai al tuo Profilo

Neuroni Collegati Fra Loro

 

Una scoperta sorprendente su come i neuroni comunicano fra loro potrebbero cambiare le concezioni esistenti riguardo ai meccanismi cerebrali. Un nuovo studio ha ottenuto la sorprendente scoperta che i neuroni sono in grado di controllare la quantità di dopamina che rilasciano, il che va contro ciò che gli specialisti hanno finora creduto. Il meccanismo appena scoperto potrebbe avere implicazioni significative per la comprensione di disturbi causati dall'anormale segnalazione della dopamina.

I neuroni o cellule neuronali sono le strutture di base del sistema nervoso centrale e comunicano fra loro usando segnali chimici o bioelettrici, alcuni dei quali sono chiamati "neurotrasmettitori", e questi sono memorizzati in vescicole sinaptiche pronte per essere rilasciate. Sono infine emesse dai neuroni attraverso "canali" chiamati, per l'appunto, sinapsi, le quali collegano i neuroni fra di loro. Avere livelli anormali di due neurotrasmettitori, la dopamina e il glutammato, è stato precedentemente correlato a vari disturbi, come la schizofrenia e la depressione.

In un recente studio, un team di ricercatori dell'Università di Pittsburgh, in Pennsylvania, hanno fatto sorprendenti scoperte sul meccanismo di comunicazione fra i neuroni. Il Dott. Zachary Freyberg ed i suoi colleghi hanno scoperto che i neuroni sono in grado di controllare la quantità di dopamina che rilasciano. Come si è detto, ciò va contro quello che precedentemente era stato creduto sulla comunicazione neurale e potrebbe avere implicazioni importanti per il trattamento di disturbi psichiatrici correlati agli squilibri di questo neurotrasmettitore.

Il Dott. Freyberg ha affermato: "I nostri risultati dimostrano, per la prima volta, che i neuroni possono modificare la quantità di dopamina che rilasciano in funzione della loro attività complessiva. Quando questo meccanismo non funziona correttamente, potrebbe condurre ad effetti profondi sulla salute. I risultati contraddicono il dogma esistente." La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Neuron. Gli scienziati hanno studiato il meccanismo di comunicazione fra i neuroni dei moscerini della frutta e dei topi. Quando i neuroni rilasciavano la dopamina, è stato notato che le vescicole sinaptiche erano piene di più sostanze chimiche di quanto ci si aspettasse. Questo avveniva prima che le vescicole fossero in grado di liberare qualsiasi contenuto.

Sono stati condotti altri esperimenti, che hanno portato i ricercatori a scoprire che le vescicole sinaptiche si stavano caricando in questo modo a causa di aumentati livelli di acidità. Queste rivelazioni, come spiega il dottor Freyberg, sono risultate sorprendenti; non si adattavano alle nozioni precedenti su come i neuroni comunicano. "I nostri risultati sono stati completamente inaspettati e contraddicono il dogma esistente che una quantità finita di segnale chimico viene caricata in una vescicola in un determinato momento e che l'acidità della vescicola sia fissa." L'aumento dei livelli di acidità all'interno delle vescicole, osservato dai ricercatori, è stato "guidato" attraverso un canale o un passaggio di trasporto sulla superficie dei neuroni. Questo canale ha permesso ad un neurone di ricevere un "flusso" di ioni glutammato con cariche negative, e, secondo i ricercatori, questo "flusso" di ioni glutammato negativamente caricato era, in definitiva, il motivo dietro i livelli di acidità aumentati nelle vescicole sinaptiche.

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn




Questo sito web utilizza i cookie per il suo funzionamento

Acconsento all'utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Approvo