Questo sito web Salute Torino non è il sito ufficiale dell'ASL. Riguarda la sanità torinese un po' "a tutto tondo", la medicina e la scienza in generale. Buona lettura!

Login

SOCIAL NETWORK SALUTE TORINO      Login  Accedi - Registrati - Vai al tuo Profilo

Economia E Salute

 

Che impatto hanno i fattori socio-economici sui quasi 1,7 milioni di persone che ogni anno ricevono una diagnosi di cancro? RTI International intende esplorare questo aspetto della questione mediante una borsa di studio per la Robert Wood Johnson Foundation. È infatti in corso uno sforzo collaborativo inteso ad integrare i dati socio-economici con Project Data Sphere o PDS, un'organizzazione indipendente e senza fini di lucro costituita dalla Tavola Rotonda Consorzio per il Cancro.

PDS fornisce agli scienziati l'accesso al suo database a costo zero, sia per quanto riguarda i dati sul cancro, sia per l'utilizzo di sofisticati strumenti software di analisi. PDS contiene più di 70 tipi d'informazioni su ogni paziente, che comunque non rappresentano tutto quanto sarebbe bene conoscere. Il sistema contiene solo i dati relativi alla sperimentazione clinica, e non include informazioni sulle condizioni socio-economiche o sulla storia medica, né informazioni complete su altri aspetti della salute. Per esempio, in uno studio clinico sul cancro alla prostata, i dati necessari dovrebbero includere le informazioni sulle dimensioni tumorali e sui farmaci usati per trattare il cancro. Inoltre, come detto, questa banca dati non fornisce nessun tipo di dato riguardante i fattori socio-economici o altri problemi di salute, che potrebbero giocare un ruolo importante nel trattamento.

In genere, i pazienti con un basso status socio-economico soffrono di molteplici problemi di salute, come l'obesità e il diabete. Inoltre, spesso hanno un ridotto o limitato accesso alle cure; in pratica, i loro trattamenti cominciano più tardi. Questi fattori possono influenzare la maniera con cui i pazienti rispondono a nuovi trattamenti. Integrando queste informazioni con i dati provenienti da studi clinici, i ricercatori potrebbero acquisire un senso più ampio dell'efficacia di un intervento per un tumore, avendo inoltre una maggiore capacità di prevedere come i fattori socio-economici ed altri problemi di salute possano eventualmente frenare, in qualche modo, l'efficacia dei vari trattamenti.

Steve Cohen, vice presidente della divisione di RTI per le Scienze statistiche ed i dati, ha affermato: "Attraverso questo progetto, stiamo fornendo un modo per portare una prospettiva più ampia riguardo ai dati provenienti da studi clinici sul cancro, che migliora la capacità analitica di Project Data Sphere, per mezzo di dati sanitari rappresentativi a livello nazionale, che non sono tipici di ciò che caratterizza uno studio controllato."

I ricercatori di RTI integreranno le loro informazioni per mezzo di dati provenienti dal Medical Expenditure Panel Survey, un sondaggio nazionale che contiene informazioni sui pazienti, sulle loro famiglie e sui loro fornitori di servizi sanitari, in insiemi di dati selezionati che verranno ospitati da PDS.

Al fine di unire i due insiemi di dati, i ricercatori utilizzeranno una varietà di metodi statistici avanzati, fra cui il sistema di Data Integration basato su modelli di RTI, che è stato progettato per aggiungere delle variabili a set di dati in base a principi statistici, che permette ai ricercatori di quantificare l'incertezza. Durante tutti questi passaggi di analisi, i ricercatori dovranno prestare particolare attenzione a garantire l'attuazione delle disposizioni sulla riservatezza circa tutte le persone interessate e le fonti.

Il Dott. Martin J. Murphy, amministratore delegato della Tavola Rotonda Consorzio per il Cancro, ha affermato: "Questa ricerca è innovativa. Questo studio non solo getterà nuova luce sulle circostanze socio-economiche dei malati di cancro negli studi clinici, ma aiuterà anche ad accelerare lo sviluppo di nuovi farmaci per combattere il cancro, portando benefici in termini di allungamento della vita, sia per coloro che si uniranno agli studi clinici, sia per innumerevoli altri malati di cancro."

 

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn




Questo sito web utilizza i cookie per il suo funzionamento

Acconsento all'utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Approvo