Questo sito web Salute Torino non è il sito ufficiale dell'ASL. Riguarda la sanità torinese un po' "a tutto tondo", la medicina e la scienza in generale. Buona lettura!

Login

SOCIAL NETWORK SALUTE TORINO      Login  Accedi - Registrati - Vai al tuo Profilo

Occhi

 

L'Ospedale Oftalmico Sperino di Torino, ora Nuovo Poliambulatorio, è considerato uno dei migliori ospedali specializzati in oculistica del mondo, tanto che ha ricevuto il riconoscimento di "Full Member" da parte dell'Associazione WAEH World Association of Eye Hospital, che rappresenta i migliori ospedali specializzati in tale ambito della scienza medica. Questo particolare riconoscimento è stato ottenuto dalla struttura sanitaria torinese nell'ambito del Congresso Annuale della WAEH a Rotterdam. L'Ospedale Oftalmico è stato scrupolosamente esaminato da personale specializzato inviato in Italia, al fine di poter essere annoverato come membro ufficiale di questa Associazione, raggiungendo i parametri di qualità necessari per l'ottenimento di questa prestigiosa denominazione. Altri Ospedali membri della WAEH sono il Moorfield Eye Hospital di Londra nel Regno Unito, il Bascom Palmer Eye Hospital di Miami in Florida, il Saint Erik Hospital di Stoccolma in Svezia ed il National Eye Hospital di Singapore.

La maggior parte delle persone, prima o poi, può incorrere in problemi di tipo visivo. Alcuni di questi disturbi sono di minore importanza e si risolvono da soli o per mezzo di facili trattamenti, mentre altri necessitano di essere curati da uno specialista. Qui di seguito è riportato un elenco delle più comunio problematiche di tipo oculistico.

Affaticamento degli occhi

Chiunque legge per ore, lavora al computer o guida per lunghe distanze conosce questo tipo di disturbo. Gli occhi si stancano e hanno bisogno di riposare, proprio come qualsiasi altra parte del corpo. Se gli occhi sono affaticati, occorre farli riposare. Se sono ancora stanchi dopo qualche giorno, occorre consultare il proprio medico per assicurarsi che non ci siano altri problemi.

Occhi rossi

Gli occhi sono arrossati del colore del sangue. Perché? La superficie degli occhi è attraversata da vasi sanguigni che si espandono quando sono irritati o infettati. Questo dà agli occhi un colore rosso. Le cause più comuni sono la mancanza di sonno o le allergie. Se però si tratta di una lesione, occorre consultare il medico. Gli occhi rossi possono inoltre essere sintomo di altre condizioni oculari, come la congiuntivite o dei danni provocati da un'eccessiva esposizione alla luce solare.

Cecità notturna

Quando risulta difficile vedere di notte, specialmente durante la guida, oppure trovare la strada in luoghi bui, come il cinema, è possibile che ci sia la cecità notturna. Si tratta di un sintomo, non di un problema in sé. La cataratta, il cheratocono e la mancanza di vitamina A, ad esempio, sono tutte possibili cause della cecità notturna, che gli oculisti possono risolvere. Tuttavia, alcune persone nascono con questo problema o possono svilupparlo in seguito a malattie degenerative che coinvolgono la retina.

Occhio pigro

L'occhio pigro o ambliopia si manifesta quando un occhio non si sviluppa correttamente. La visione che si ha da quest'occhio è più debole, e tende a muoversi "pigramente" attorno, mentre l'altro occhio rimane fisso. Questa condizione si può trovare nei neonati, nei bambini e negli adulti, e raramente colpisce entrambi gli occhi. Se viene rilevata nei bambini, il trattamento deve essere richiesto immediatamente. Problemi permanenti di visione possono essere evitati se un occhio pigro viene rilevato e trattato durante l'infanzia. Il trattamento comprende occhiali correttivi o lenti a contatto, nonché altre metodiche.

Strabismo e nistagmo

Se gli occhi non sono allineati fra di loro mentre si osserva qualcosa, potrebbe esserci strabismo. Questo problema non va via da solo, ma è necessario l'aiuto di un oculista. In presenza di nistagmo, l'occhio si muove da solo senza alcun controllo.

Daltonismo

Quando non si riesce a vedere o a distinguere certi colori (generalmente il rosso e il verde) potrebbe esserci daltonismo. Succede quando le cellule dell'occhio che percepiscono i colori, dette cellule coniche, sono assenti o non funzionano. Nei casi più gravi, si vedono solo i grigi, ma è un evento raro. La maggior parte delle persone che soffre di questo disturbo è nata con esso, ma può anche essere causato più tardi da alcuni farmaci e malattie.

Uveite

Con il termine "uveite" si definisce un gruppo di malattie che causano l'infiammazione dell'uvea. L'uvea è lo strato centrale dell'occhio che contiene la maggior parte dei vasi sanguigni. Queste malattie possono distruggere il tessuto oculare e persino causare la perdita dell'occhio. Questi disturbi, inoltre, possono accadere a tutte le età, ed i sintomi possono andare via rapidamente o durare a lungo. Le persone con il sistema immunitario depresso, con artrite reumatoide o con colite ulcerosa sono più soggette ad un'eventuale uveite. I sintomi possono includere: visione offuscata, dolore all'occhio, arrossamento degli occhi, sensibilità alla luce. Se questi sintomi si presentano e non vanno via in pochi giorni, occorre consultare un medico. Ci sono diversi tipi di trattamento per l'uveite, a seconda del tipo.

Presbiopia

La presbiopia è la condizione per cui non si riescono a vedere chiaramente gli oggetti o le scritte da vicino, nonostante una buona visione a distanza. Dopo i 40 anni, a volte, può essere necessario tenere un libro o altro materiale da lettura più lontano dagli occhi. Occhiali da lettura, lenti a contatto, chirurgia laser dell'occhio ed altri trattamenti possono essere utilizzati per ripristinare una buona visione per la lettura.

Macchie galleggianti o floater

Sono piccoli puntini o stringhe fluttuanti, che galleggiano nel campo visivo. La maggior parte delle persone le avverte in camere ben illuminate o all'aperto in una giornata luminosa. Di solito la presenza di queste macchie galleggianti è normale, ma a volte possono essere un segno di un problema all'occhio più serio, come il distacco della retina.

Occhi asciutti

Questo accade quando gli occhi non producono lacrime in quantità sufficiente. Si potrebbe avere la sensazione come se ci fosse un corpo estraneo nell'occhio o bruciore. Alcuni trattamenti per questo problema possono essere i seguenti: utilizzare un umidificatore per la casa, speciali colliri che funzionano come le lacrime reali, intervento ai condotti lacrimali, lipiflow (una procedura che usa calore e pressione per trattare gli occhi asciutti), crema oculare a base di testosterone, integratori alimentari a base di olio di pesce e omega-3. Se il problema dell'occhio secco è cronico, l'oculista potrebbe prescrivere delle gocce medicate con ciclosporina (Restasis) o lifitegrast (Xiidra) per stimolare la produzione delle lacrime.

Altre condizioni patologiche più o meno gravi che possono colpire gli occhi, le quali necessitano visite dall'oculista e, eventualmente, da altri specialisti, sono le seguenti: eccesso di lacrimazione, cataratta, glaucoma, disturbi della retina, congiuntivite, malattie corneali, problemi alle palpebre, cambiamenti della visione, problemi con le lenti a contatto.

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn




Questo sito web utilizza i cookie per il suo funzionamento

Acconsento all'utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Approvo