Questo sito web Salute Torino non è il sito ufficiale dell'ASL. Riguarda la sanità torinese un po' "a tutto tondo", la medicina e la scienza in generale. Buona lettura!

Login

SOCIAL NETWORK SALUTE TORINO      Login  Accedi - Registrati - Vai al tuo Profilo

Terapia Per Asma

 

Le allergie sono la causa più comune di asma. Il sistema immunitario diventa iperattivo, in risposta a sostanze innocue provenienti, ad esempio, dal polline della betulla o dell'erba, formando anticorpi detti immunoglobuline E o IgE. Insieme alle cellule infiammatorie della pelle e delle mucose, gli anticorpi IgE sono responsabili di alcune malattie allergiche, come ad esempio l'asma e la febbre da fieno, e sono anche parzialmente responsabili dello sviluppo di neurodermatiti. Gli scienziati del MedUni di Vienna hanno sviluppato con successo una tecnica per assorbire dal sangue gli anticorpi IgE, al fine di migliorare significativamente la qualità della vita delle persone affette da gravi forme allergiche.

La colonna IgEnio è stata sviluppata a tal fine. Si tratta di un adslatore a senso unico, specificamente sviluppato per il trattamento delle malattie legate alle IgE, che riduce il livelli di IgE plasmatico facendo passare il sangue del paziente attraverso una colonna che blocca gli anticorpi per mezzo di perle Sepharose contenenti delle proteine che legano a sé le immunoglobuline IgE. Gli anticorpi rimangono imprigionati nella colonna, mentre il sangue scorre attraverso di essa durante questa sorta di "dialisi". C'è anche un assorbitore simile per gli anticorpi IgG, per il trattamento delle malattie autoimmuni.

 

Nel primo studio condotto con IgEnio, i ricercatori del MedUni di Vienna, guidati da Rudolf Valenta e dall'autore principale dello studio Christian Lupinek, con Kurt Derfler della Divisione di Nefrologia e Dialisi e Ventzislav Petkov della Divisione di Pneumologia, hanno dimostrato che questa tecnica di assorbimento comporta un significativo miglioramento della qualità della vita dei pazienti durante la stagione dei pollini, anche per quelli con elevati livelli di IgE. La tecnica rimuove circa l'80% degli anticorpi IgE. Lupinek ha spiegato: "Sebbene dopo un po' si riformino nel sangue, in modo che il trattamento dev'essere ripetuto, ci sono dati che dimostrano che il carico di IgE delle cellule mastiche nel tessuto diminuisce gradualmente, come risultato dell'assorbimento delle IgE." Combinando a questo una terapia farmacologica, si dovrebbero produrre risultati ancora migliori.

Durante un periodo di auto-monitoraggio durato diverse settimane, i pazienti hanno osservato che si sono sentiti molto meglio dopo il trattamento con la colonna IgEnio, e che anche la loro funzione polmonare è migliorata, percependo di respirare meglio. Specialmente per le persone con livelli elevati di IgE nel sangue, che sono spesso disturbati nella vita quotidiana e sul lavoro, nonostante i trattamenti farmacologici, questa nuova tecnica potrebbe offrire una nuova qualità della vita. Inoltre, è stato scoperto che una combinazione dell'assorbimento di IgE ed il controllo dei sintomi dell'asma con il farmaco standard omalizumab o Xolair (nome commerciale) può portare ad un ulteriore miglioramento.

I ricercatori ora vogliono condurre studi di follow-up per ottimizzare l'uso di IgEnio, dato che attualmente i pazienti devono ricorrere a questa procedura circa una volta alla settimana durante le stagione dei pollini. Inoltre, essi intendono testare l'uso di questa apparecchiatura per il trattamento delle malattie infiammatorie della pelle, nelle quali sono implicati gli anticorpi IgE.

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn




Questo sito web utilizza i cookie per il suo funzionamento

Acconsento all'utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Approvo