Login

SOCIAL NETWORK SALUTE TORINO      Login  Accedi - Registrati - Vai al tuo Profilo

DVT Trombosi Venosa Profonda

 

Un primo grande studio nazionale riguardante il trattamento con catetere per la trombosi venosa profonda valuterà l'utilizzo di farmaci per la dissoluzione dei coaguli o grumi di sangue in combinazione con dispositivi di rimozione, per prevenire la sindrome post-trombotica nei pazienti affetti da DVT. La DVT è, per l'appunto, la trombosi venosa profonda o "deep vein thrombosis", ossia la formazione di coaguli di sangue nelle vene delle gambe. La PTS è la sindrome post-trombotica o "post-thrombotic syndrome", una comune complicazione irreversibile della DVT, che provoca danni permanenti alle vene, con conseguente debilitazione e dolore cronici alle gambe, gonfiore, affaticamento e / o ulcere cutanee.

Lo studio di cui sopra si chiama ATTRACT o "Acute Venous Thrombosis: Thrombus Removal With Adjunctive Catheter-Directed Thrombolysis", che significa "trombosi venosa acuta: rimozione del trombo con trombolisi a catetere adiunzionale". In questa ricerca si valuterà l'uso di farmaci per la dissoluzione dei grumi in combinazione con particolari dispositivi di rimozione. Dal 25% al 50% dei pazienti affetti da DVT sviluppa la PTS, se trattato solamente con farmaci che rallentano la coagulazione del sangue o "diluenti". Anche se il trattamento precoce con i diluenti del sangue è importante per prevenire le embolie polmonari, pericolose per la vita, l'utilizzo dei soli solventi del sangue non permette la dissoluzione dei coaguli già formati, che rimangono nelle gambe. Studi preliminari hanno dimostrato che gli interventi chirurgici uniti alla terapia standard per la DVT eliminano i coaguli e possono avere un forte potenziale per prevenire la PTS. I risultati di questo test multicentrico, finanziato con più di 10 milioni di dollari dal National Heart Institute dell'NHLBI, probabilmente cambieranno il modo con cui la DVT viene trattata negli Stati Uniti [e in altre parti del mondo].

Uno dei ricercatori che lavora in questo studio, il radiologo interventista Suresh Vedantham, ha affermato: "La studio ATTRACT potrebbe spostare in maniera fondamentale il paradigma del trattamento della DVT di 50 anni, rispetto alla rimozione standard dei coaguli per la cura della DVT. Finanziando questo studio, l'NHLBI ha chiaramente riconosciuto il forte potenziale dei trattamenti di rimozione dei coaguli per mezzo della radiologia interventistica, per migliorare la sanità pubblica. ATTRACT è un trial multicentrico e randomizzato che determinerà in modo definitivo se la recente trombolisi per mezzo di catetere o PCDT può impedire la sindrome post-trombotica nei pazienti con DVT." La PCDT combina l'uso di un farmaco per la dissoluzione dei grumi con un dispositivo miniaturizzato per la loro rimozione, montato su un catetere, permettendo al radiologo interventistico di frantumare il grumo e di rimuoverlo dalla vena, ripristinando il flusso sanguigno.

Il Dott. Suresh Vedantham ha aggiunto: "La PTS è una grave complicazione della DVT, riconosciuta e potenzialmente evitabile se siamo in grado di sciogliere rapidamente i coaguli, prima che si verifichi un danno permanente alla vena. La PTS è una condizione duratura e irreversibile per la quale non esistono trattamenti efficaci in maniera costante. La sua prevenzione è estremamente importante, tuttavia i medici hanno storicamente trascurato la prevenzione della PTS. La combinazione pionieristica di un farmaco che colpisce il coagulo e di un'innovativa tecnologia dei dispositivi - iniziata dai radiologi interventisti - consente ora di rimuovere il grumo in modo più sicuro e più efficiente, spesso in una sola sessione di procedure, e questo aumenterà notevolmente l'uso dei trattamenti di terapia interventistica."

Michael Darcy, presidente del consiglio di amministrazione della SIR Foundation, una fondazione scientifica dedicata a promuovere la ricerca e l'istruzione in radiologia interventistica, ha affermato: "Questa ricerca è fondamentale: la Fondazione per la Radiologia Interventistica ha avviato quattro anni fa un progetto di ricerca sulla DVT, riunendo medici e scienziati di tutte le discipline e da tutte le Istituzioni - università, società private, governo e industria - per determinare la necessità di ATTRACT." La SIR Foundation è un partner importante nello sviluppo del progetto ATTRACT, ed ha contribuito a coordinare il processo di selezione dei siti collaborando con i ricercatori che lavoreranno a questo studio, come ha dichiarato Vedantham.

La DVT è la formazione di uno o più coaguli di sangue, noti come trombi, nelle vene profonde delle gambe. Questa può essere una condizione molto grave, che spesso provoca danni permanenti alle gambe, noti come sindrome post-trombotica. Anche se con le procedure standard i coaguli di molti pazienti si dissolvono lentamente nel tempo, spesso le valvole a nido di rondine delle vene rimangono danneggiate durante questo processo. Vedantham ha affermato: "La PTS si sviluppa come risultato diretto della presenza di un coagulo di sangue nella vena. Il coagulo di sangue continua a bloccare la vena e danneggia definitivamente le sue valvole a senso unico, provocando la raccolta di sangue nella gamba, dolore cronico, gonfiore, stanchezza e talvolta ulcere cutanee. È logico che la rimozione immediata del coagulo impedisca la PTS." Il trial ATTRACT avrà inizio quest'anno, e valuterà la presenza e la gravità della PTS nei pazienti, la loro qualità della vita, il sollievo dal dolore e dal gonfiore, la sicurezza e i costi. Almeno 28 centri negli Stati Uniti hanno iscritto 692 pazienti e controlleranno la loro salute per due anni.

Condividi questo articolo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn




Questo sito web utilizza i cookie per il suo funzionamento

Acconsento all'utilizzo dei cookie Per saperne di piu'

Approvo